Festival della Musica Impossibile

Festival della Musica Impossibile

 

Improvvisazione collettiva

Ore 11.00 Drum Circle condotto da Paolo Alberto Caneva

 

Un Festival contro i 4/4

Il Festival della Musica Impossibile: un antidoto contro l’omologazione ...

 

La nostra idea di musicoterapia

da: "I linguaggi per la disabilità. Strumenti per l'uso dell'intelligenza ...

XII EDIZIONE DEL FESTIVAL DELLA MUSICA IMPOSSIBILE

E-mail Stampa PDF

XII Edizione del Festival della Musica Impossibile

Festival Nazionale delle differenti abilità musicali

Musiche improbabili e stravaganti alla undicesima edizione del “Festival della Musica Impossibile”

incontro tra musicisti professionisti e musicisti con “diverse abilità” in arrivo da tutta Italia


Venerdì 30 Novembre 2018 al "Palabadiali" di Falconara Marittima (An).

Una intera giornata di musica, danza e arte a partire dalle 10 della mattina fino alle 16.

La partecipazione è libera e aperta a tutti, con particolare riferimento alle scuole.

 

PROGRAMMA

ore 10.00: inizio delle performances dei gruppi

ore 11.00: concerto dei BALKAN BAZAR

ore 11.30: esperienza musicale inclusiva a cura dei BALKAN BAZAR: dialogo sonoro ritmico collettivo

ore 13.00: pranzo

ore 14.00: saluto delle autorità

ore 14.15: prosecuzione delle performances dei gruppi

ore 16.00: conclusione del Festival

 

 

Una giornata di musica, danza e arte, ma soprattutto un originale incontro nazionale delle diverse abilità musicali che dimostra, sonoramente, come ogni corpo contiene la sua musica, calibrata sul ritmo vitale e imprevedibile dell'emozione e del buon umore, più che sui rigidi accademici 4/4 (quattro quarti).

Il regno di tanta allegria sarà il Palazzetto dello Sport Pala Badiali che dalle 10 della mattina e fino alle 16, accoglierà sul palco e nel parterre, musicisti (solisti e gruppi), musicologi, musicofili, musicanti in arrivo da tutta Italia. Nelle passate edizioni si sono avvicendati sul palco musicisti di ogni genere e livello, permettendo di ascoltare world music, jazz, genere cantautorale, folk, musica classica e corale.

Il “Festival della Musica Impossibile” è nato 12 anni fa all'interno del Centro “E. Bignamini” di Falconara della Fondazione Don Gnocchi, che utilizza da sempre la musica nella riabilitazione. Si tratta di un momento espressivo per coloro che, in situazione di disabilità, hanno compiuto un percorso di (tras)formazione attraverso la musicoterapia. Data l'originalità e l'unicità del contesto, il Festival è poi cresciuto negli anni, affermandosi come occasione per progetti e gruppi che sperimentano linguaggi musicali innovativi a livello nazionale. Molti dei progetti proposti rappresentano infatti mirabili (e mirabolanti) esempi di integrazione tra musicisti disabili e musicisti professionisti, sostenuti dalla convinzione che la musica è non solo un canale comunicativo che scavalca le disabilità, ma soprattutto un luogo virtuale che tende ad annullare le differenze per conferire pari dignità ed opportunità ad ogni individuo.

 Il Festival rappresenta inoltre una occasione di confronto sulle diverse metodologie didattiche e musicoterapiche che hanno portato allo sviluppo delle performance musicali ed è stato inoltre, il luogo ideale per presentare innovativi strumenti musicali. La manifestazione ha dunque il pregio di dare voce alla vitalità di tanti che, considerati disabili nella quotidianità, esprimono nella musica scintille di autentica genialità.

 

 

 

La partecipazione, sia come pubblico che come performers, è libera e aperta a tutti.

www.musicaimpossibile.it

FB: Festival della Musica Impossibile

Info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Tel 339 220 12 87

 

Riabilitare è la missione Centro “E. Bignamini” di Falconara e il Festival della Musica Impossibile è uno dei progetti funzionali ad ampliare al massimo l'interscambio tra il mondo della disabilità e il mondo “fuori”. La musica che diventa riabilitazione sociale e comunicazione. La musica che diventa chiave per leggere lo spartito delle emozioni. E nella disabilità questo spartito è ricchissimo e ci sorprende a patto che sappiamo dove guardare. A volte la musica tira fuori la parte migliore di chi magari parla e si muove con difficoltà e in quell'istante che il nostro sguardo fissa la bellezza che sta dietro la disabilità. In quel momento leggiamo uno spartito di emozioni pure e incontaminate a cui non siamo abituati.

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento ( Domenica 30 Settembre 2018 12:40 )
 
E-mail Stampa
LA PARTECIPAZIONE È GRATUITA
PS:  portate con voi uno strumento a percussione per partecipare al grande drum circle condotto da Paolo Caneva
 

Main Menu

Login Form


Invito

THE FRANCO FUNKY E IL DRUM CIRCLE

DI PAOLO ALBERTO CANEVA

ALLA XI EDIZIONE

Chi è online

 1 visitatore online

Ultimi articoli

I più letti